Il Delta del Po e le sue valli


A pochi chilometri dalla città si trovano le Valli di Comacchio, 11.000 ettari di area salmastra circondata da argini e dossi ricchi di fauna e flora tipica degli ambienti lagunari. Punti particolarmente suggestivi sono la penisola di Boscoforte e le Saline, dove è possibile ammirare una folta colonia di fenicotteri. Il parco Regionale del Delta del Po è il più esteso fra i parchi regionali e occupa un’importantissima porzione di territorio dell’Emilia Romagna.

Il territorio del parco si articola in sei diverse stazioni, ognuna delle quali caratterizzata da specifiche emergenze naturalistiche, paesaggistiche e storico-culturali. Il visitatore ha la possibilità di esplorare il parco attraverso svariati itinerari d’unica bellezza, percorribili in auto, in bicicletta o a piedi. Con il traghetto si possono fare bellissime escursioni in barca. Si può, ad esempio, raggiungere il faro di Gorino e magari pranzare nel caratteristico ristorantino.

Da qui l'"attrazione" più vicina si trova a Goro, dove esiste uno dei maggiori allevamenti dell'Adriatico di molluschi e ostriche. Durante le escursioni nel Parco del Delta, possiamo ammirare una flora e una fauna infinitamente variegate, secondo le diverse tipologie ambientali di cui il Parco è ricchissimo. La lavanda marina, il baccherone, la canna, la rarissima ninfea bianca e la genziana acquatica, sono solo alcune delle numerose specie di piante che popolano questi luoghi meravigliosi.

Sulla terra ferma incontriamo il trabuso nostrano e quello americano, il merlo acquatico e l'avocetta monachina, che nidificano tra la vegetazione alta. Il canneto è preferito dal martin pescatore, dalla gazzettina canterina.